Inverno: il fascino del focolare

Si apre con i mercatini natalizi questo dicembre 2015 di eventi in Umbria. Mercatini dislocati per i borghi non solo volti alla vendita di prodotti, ma veri e propri punti di esposizione dei prodotti d’eccellenza del nostro territorio accompagnati, in ogni comune, da appuntamenti culturali e musicali. Da mettere in agenda gli ultimi giorni del mese: il Narni Black Festival a Narni e Umbria Jazz Winter ad Orvieto. Per l’anno nuovo, dopo la chiusura delle festività natalizie, il cuore verde d’Italia si comincia a vestire dei colori del Carnevale che aprirà i battenti il 24 gennaio (Domenica di Settuagesima).

Nelle varie città, grandi feste di ogni genere ricordando, là dove possibile, le tradizionali maschere locali, come a Perugia che per l’occasione tornerà indietro al tempo de Il Bartoccio e sua moglie Rosa, i contadini del Pian del Tevere di cui si hanno cenni letterari già nel 1600. Il mese di febbraio si apre in musica a Terni con il Not Official San Valentino Festival, rassegna musicale parallela non solo ai festeggiamenti del patrono del patrono della provincia umbra, San Valentino, ma alla “dolce” manifestazione Cioccolentino.
Il Tartufo Nero, altro prodotto locale di rilievo, sarà invece protagonista della consueta mostra-mercato di Norcia volta non solo alla conoscenza del pregiato prodotto, ma al suo utilizzo quale incentivo per il turismo enogastronomico. A Spello, nello stesso periodo, si aprono le porte al Festival del Cinema, kermesse di richiamo internazionale ricca di eventi e ospiti d’eccezione che ruotano intorno al grande schermo.

In attesa della stagione primaverile, marzo sarà all’insegna della cultura con un programma fitto di spettacoli teatrali, in vista della chiusura delle stagioni di prosa dei vari teatri e con la Settimana della Danza di Spoleto, grande vetrina per la formazione dei giovani artisti. Pasqua alta nel 2016 e, il 27 marzo, a cavallo con l’entrata della stagione primaverile, si avrà un’ottima occasione, con i festeggiamenti della festività religiosa, per riscoprire natura, gastronomia e tradizione dell’Umbria.